Razzismo, un ragazzino di colore aggredito nella villa comunale di Francavilla


Un 17enne originario della Guinea sarebbe stato aggredito, a quanto riferito da alcuni testimoni, con calci e pugni da alcuni coetanei a Francavilla Fontana. L’episodio è stato raccontato su Facebook, poi commentato da esponenti politici locali che hanno espresso sdegno nei confronti degli aggressori e solidarietà alla vittima. Secondo quanto ricostruito i fatti si sono verificati domenica sera. 
Il ragazzino avrebbe raggiunto in bici un gruppetto di giovani italiani e avrebbe salutato una ragazza. Gli sarebbero state rivolte prima offese razziste, poi sarebbe stato picchiato. Un cittadino che ha assistito ai fatti avrebbe messo in fuga gli aggressori. 
“Esprimo a nome mio e dell’intera Giunta comunale una profonda indignazione per l’episodio di violenza perpetrato, nelle scorse ore, nella Villa comunale”, ha dichiarato sulla sua pagina Facebook il sindaco Antonello Denuzzo. “Il pestaggio di un ragazzo da parte di un gruppo di suoi coetanei pone una questione di ordine pubblico, ma deve anche tradursi in un appello alle coscienze di tutti e in particolare a quelle degli adulti, che sono responsabili dei comportamenti e dei toni assunti al cospetto dei più giovani.
La condanna unanime dell’accaduto da parte delle altre forze politiche cittadine costituirà la base per una serie di iniziative trasversali che coinvolgeranno anche le scuole, a partire dall’indizione dell’elezione dei consiglieri comunali stranieri aggiunti, allo scopo di continuare a sensibilizzare la comunità francavillese sui temi dell’integrazione e del rifiuto di ogni forma di razzismo”.

Ultima modifica: 21 settembre 2018



Partecipa alla conversazione

Partecipa alla conversazione