In un villino sulla litoranea due quintali di marijuana: due arresti della Mobile

Poche ore fa la Squadra Mobile di Brindisi ha concluso un’operazione antidroga che ha portato all’individuazione di un villino in contrada Giancola nel cui cortile erano stipati circa 200 chili di marijuana. Arrestati due cittadini albanesi che erano all’interno del cortile di un villino disabitato circondato da mura e con un grande cancello chiuso con catena e catenaccio.

I due si erano acquattati dietro il muro di cinta del villino, nascondendo alcuni borsoni colmi di droga. Nonostante il buio fitto, gli agenti sono riusciti ad individuarli e a raggiungerli senza che i sospetti riuscissero a darsi alla fuga. La successiva ispezione del cortile del villino e delle aree immediatamente adiacenti ha consentito di rinvenire e sequestrare oltre 30 colli, stipati in grandi borsoni di tela del tipo da viaggio, che contenevano marijuana. I due sono stati quindi tratti in arresto per l’illegale possesso di quasi due quintali di droga; gli stessi si dicevano albanesi, privi di documenti di identificazione e validi per il regolare ingresso in territorio italiano, e dichiaravano di chiamarsi Tuni Marjol, 25 anni, e Neritan Lamaj, 32 anni.

 

 

Ultima modifica: 14 giugno 2017