Le vittime di Sveva si sono decise a denunciare il finto veggente alla magistratura. E le Iene vanno dalla sorella

Alcune delle vittime di Sveva Cardinale, alias Paolo Catanzaro, hanno deciso di presentare denuncia alla magistratura contro il falso veggente: la notizia è stata data ieri sera nel corso della puntata delle “Iene” per la quale l’inviata Veronica Ruggeri è tornata a Brindisi per nuove interviste.
In particolare sono comparsi nella vicenda due nuovi personaggi: Pina Catanzaro, sorella della “protagonista”, e Lucia, la donna che secondo molte testimonianze si occupava di ritirare il denaro per conto del finto veggente.
La giornalista si è recata a casa di Pina, alla periferia di Brindisi. La donna si è rifiutata di rispondere limitandosi a urlare e lamentarsi da dietro le tapparelle delle finestre e minacciando di chiamare i carabinieri. Anche a casa dei genitori di Catanzaro porte sbarrate alla Iene.
Ha invece risposto al telefono il marito di “Lucia”, confermando che la moglie incassava denaro per conto di Catanzaro e facendo capire che anche lei è stata vittima del veggente di Brindisi: “Mia moglie ha già consegnato un suo memoriale alla magistratura”, ha spiegato l’uomo.
Nel corso del servizio è stata mostrata un’altra testimonianza: un uomo che si è dissanguato economicamente e che è stato lasciato dalla moglie dopo che Paolo aveva insinuato in lui il sospetto (ovviamente falso) che non fosse lui il padre del loro bambino e che la donna lo avesse tradito.
Gente totalmente disperata che sembra essersi risvegliato da un lunghissimo periodo di ipnosi. Così come le altre vittime del falso veggente intervistate dall’inviata delle Iene.
Dalle testimonianze raccolte, parrebbe che un ruolo fondamentale nel mettere in piedi lo spettacolare meccanismo delle lacrimazioni e delle altre esibizioni sceniche, lo abbiano avuto la mamma e le sorelle di Catanzaro.
Al termine del servizio è stata fatta ascoltare la telefonata di un’altra sorella di Catanzaro che ha informato le Iene del presunto tentativo di suicidio con overdose di farmaci da parte di Sveva Cardinale: “E’ in coma per colpa vostra”, ha detto la donna alla Ruggeri. Ma la giornalista ha chiesto chiarimenti in ospedale dove hanno escluso che l’ex veggente divenuta show girl sia in coma o in pericolo di vita.

 

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica: 14 giugno 2017