Nigeriano ucciso, la compagna fermata per omicidio volontario


E’ stata fermata con l’accusa di omicidio volontario la compagna del nigeriano ucciso due giorni fa nella casa di via Bastioni: si chiama Mariat Okoro, 23 anni, munita di regolari documenti di permesso. L’omicidio, avvenuto a coltellate, sarebbe giunto al culmine di una lite. La donna è stata rinchiusa nel carcere giudiziario di Lecce.

Ultima modifica: 13 marzo 2018