Rifiuti nocivi: dopo il video di Brindisitime sequestrata area del Petrolchimico

A seguito di segnalazione pervenuta nella prima mattinata odierna, il Prefetto Valenti ha disposto immediatamente, presso un’area sita all’interno del Petrolchimico di Brindisi, un sopralluogo congiunto dell’Arpa e del Noe di Lecce.
All’esito dello stesso, l’area estesa per circa 30 ettari e di proprietà di una società attualmente in curatela fallimentare, è stata sottoposta a sequestro dall’Autorità Giudiziaria per il rinvenimento di numerosi sacchi e fusti contenenti rifiuti potenzialmente nocivi. La segnalazione era giunta attraverso un video-denuncia pubblicato dal quotidiano on line “Brindisi Time”
Seguiranno altri sopralluoghi dell’Arpa per i necessari successivi approfondimenti e conseguenti interventi.

Ultima modifica: 14 novembre 2017