“Un ordigno in via Lucio Strabone”: ma si trattava solo di un modellino


Alle ore 8.20 di oggi, sulla linea telefonica d’emergenza 112 NUE, è giunta l’allarmata segnalazione di “un ordigno” abbandonato in via Lucio Strabone, nel centro di Brindisi. Era stato un cittadino che, uscendo dal portone del proprio condominio, aveva notato l’ordigno dandone immediata notizia alla Sala Operativa della Questura.

Velocemente è giunta sul posto la “Volante 2” i cui agenti hanno accertato che l’effettiva presenza di un apparente ordigno esplosivo. Hanno pertanto a mettere in sicurezza tutta la zona, bloccando ogni accesso.

Nel contempo sono stati allertati gli Artificieri in forza all’Ufficio Polizia di Frontiera di Brindisi che sono giunti poco dopo. Questi hanno accertato che si trattava di un manufatto identico ad un ordigno bellico, ma normalmente utilizzato per scopi didattici, e in dotazione all’Esercito Italiano; l’oggetto infatti riportava una serie di indicazioni che inequivocabilmente conducevano alla conclusione che fosse innoquo. Ovviamente sono state fatte le opportune verifiche. Si trattava di un manufatto di una nota azienda del settore in ottime condizioni
Vista l’assoluta mancanza di pericolo, la bomba è stata rimossa ed acquisita per la distruzione.
Non viene considerata l’ipotesi di un messaggio intimidatorio a qualcuno che poteva abitare nelle vicinanze.

Ultima modifica: 14 maggio 2018