Propeller Club, Caiulo confermato presidente all’unanimità


Il consiglio direttivo dell’International Propeller Club Port of Brindisi, il sodalizio che riunisce i rappresentanti del cluster marittimo, della logistica e dei trasporti, riunitosi martedì 9 gennaio ha confermato all’unanimità l’ing. Donato Caiulo quale presidente.
Il nuovo consiglio direttivo eletto lo scorso 29 dicembre dall’assemblea dei soci si è riunito ieri ed ha provveduto all’assegnazione delle cariche sociali per il triennio 2018-2021, conferendo quelle di vice presidente all’avv.ssa Micol Donativi Barretta, di segretario alla dott.ssa Anna Carlucci e confermando il dott. Nicola Zizzi nel ruolo di tesoriere. Fanno inoltre parte del consiglio direttivo del Propeller Club brindisino il past president, Giuseppe Gorgoni, il socio fondatore Glauco Riotta, oltre ai riconfermati, Abele Carruezzo, Giovanni Danese, Maria De Luca, Adriano Guadalupi, Teo Titi.
Il presidente Caiulo ha rivolto ai soci una breve comunicazione in cui ha indicato alcune delle linee guida a cui impronterà il suo mandato: l’impulso alla sezione ‘Giovani’, due dei quali, Antonio Bonatesta e Antonio Catanzaro, sono entrati a far parte della Segreteria esecutiva.
Il primo punto programmatico del Propeller Club Port of Brindisi riguarderà una serie di iniziative rivolte alla formazione dei giovani in campo marittimo e logistico, in partnership con il sistema scolastico territoriale, attraverso programmi di alternanza scuola-lavoro e la proposizione di master post diploma e post universitari.
Non ultime le più tradizionali iniziative di tipo culturale. Tra le priorità del nuovo mandato, infatti, un rinnovato impulso alle attività convegnistiche. Per il 2018 sono in corso di preparazione incontri di approfondimento sui seguenti argomenti :
• L’efficienza dei Lavori Pubblici nel nuovo Codice degli appalti;
• Reti TEN-T: dal prolungamento a Brindisi-Taranto del Corridoio Baltico Adriatico verso le nuove vie della seta e lo sviluppo delle sinergie e dei traffici nella macro regione del Mare Mediterraneo Orientale ;
• Valorizzazione e recupero del Castello Alfonsino e dell’Isola di Sant’Andrea – sita al centro del Porto di Brindisi – agli usi turistici e portuali;
• Revisione dei vincoli e conseguente riutilizzo dei manufatti e terreni del demanio militare ed aeronautico.
Ed inoltre, un convegno si svolgerà il 14/15 giugno, in occasione del decennale della venuta a Brindisi e nel suo porto, di Papa Benedetto XVI. Le parole di papa Ratzinger sul ruolo storico del porto di Brindisi, cui il Propeller Club Port of Brindisi, aveva già dedicato un convegno nel gennaio 2009, saranno al centro di una nuova tavola rotonda, a partire proprio dal ruolo storico rivestito dal Porto di Brindisi verso l’Oriente fin dai tempi dei romani e delle crociate.
Di prossima realizzazione, in programma per giovedì 25 gennaio 2018, ore 17.30, presso l’Aula Magna dell’Università del Salento di Palazzo Nervegna, il convegno sulla riforma portuale di Federico II, un utile confronto storico con l’attuale riforma portuale introdotta dal Piano strategico Nazionale della Portualità e della Logistica che ha soppresso le vecchie Autorità Portuali.

Ultima modifica: 10 gennaio 2018