Venezia affonda Brindisi: svanisce all’ultimo turno il sogno dei play-off

VENEZIA-BRINDISI 86-65

VENEZIA: Haynes 4, Hagins 10, Ejim 9, Peric 21, Stone 4, Tonut 12, Taddeo, Filloy 9, Ress, Batista 4, Viggiano 7, McGee 6. Allenatore: De Raffaele

ENEL BRINDISI: Scott 8, Carter 20, Goss 14, Cardillo ne, Moore 4, Invidia ne, Donzelli ne, M’Baye 12, Samuels 4, Joseph 3, Sgobba, Spanghero. Allenatore: Sacchetti.

ARBITRI: Lo Guzzo-Quarta-Weidmann.

NOTE: parziali 22-23, 43-36, 64-52. Tiri liberi: Venezia9/12, Brindisi 7/12. Usciti per cinque falli: nessuno.

Pistoia e Capo d’Orlando salgono sull’ultimo vagone del treno play-off. Era questo il verdetto più atteso dell’ultima giornata di regular season, con Brindisi e Brescia che restano fuori dai giochi. La Germani era quella che aveva le chance minori ma si giocava il tutto per tutto nello scontro diretto proprio con i toscani. Al PalaCarrara, però, non c’è storia col quintetto di coach Esposito che controlla la partita sin dal primo quarto e con un Petteway sontuoso (25 punti e 6 rimbalzi, 25 di valutazione) mette al sicuro il settimo posto finale che vale la sfida a Venezia. Proprio l’Umana, nonostante la seconda piazza già in tasca, incide sulla corsa play-off spegnendo i sogni di Brindisi.
Al Taliercio non riesce l’impresa ai pugliesi, che affondano sotto i colpi di una Reyer che non fa sconti e già proiettata verso la sfida scudetto con Milano. Il quintetto di coach De Raffaele domina a rimbalzo (41 contro 25), Peric è in gran serata (21 punti) e l’Enel torna a casa con 20 punti sul groppone.
Ringrazia la Betaland, che ha vita fin troppo facile contro una Pesaro ormai salva e stacca il biglietto per la post-season chiudendo il campionato all’ottavo posto. Iannuzzi (24 punti) e Diener (21 punti e 6 assist) trascinano i siciliani ora attesi dall’Olimpia che nel frattempo si scalda in vista dei play-off aggiudicandosi nettamente il derby con Cantù: 89-71 il finale con Hickman a referto con 15 punti, 13 ne mettono Simon e Pascolo mentre nella Mia-Red October il migliore è Calathes con 14 punti.
L’ultimo turno doveva anche assegnare la quarta piazza che vale il fattore campo nel primo turno della post-season e un po’ a sorpresa se l’assicura Trento a spese di Sassari e Reggio Emilia. (ITALPRESS)

 

 

Ultima modifica: 14 giugno 2017