Picchiava i bambini di una scuola d’infanzia dei Cappuccini: arrestata “educatrice” 67enne

Percosse e insulti ai bambini di una scuola d’infanzia del rione Cappuccini, a Brindisi: la squadra mobile ha eseguito questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di una “educatrice”.
Le indagini erano scattate all’inizio dell’anno dopo le denunce di alcuni genitori. Gli investigatori della Squadra mobile, coordinati dalla Procura, hanno effettuato una serie di verifiche (anche con l’ausilio di supporti visivi) appurando che in effetti la donna, T.G., 67 anni, di Brindisi maltrattava regolarmente bambini in tenera età che le erano stati affidati, fino al mese di luglio 2017.
La donna avrebbe colpito ripetutamente con schiaffi sulla testa, sulle guance e sulle natiche i bimbi ospiti nella Scuola dell’Infanzia “New Fantasy”, li strattonava e li spingeva, provocandone in più occasioni la rovinosa caduta in terra, li umiliava, ingiuriava e minacciava.
Il gip, accogliendo la tesi del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Brindisi, ha emesso nei confronti della donna l’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari.
Nella prima mattinata di oggi, gli investigatori della Sezione Reati Contro la Persona della Squadra Mobile di Brindisi – che ha curato, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica, la delicata indagine – hanno rintracciato la destinataria della misura e l’hanno sottoposta agli arresti domiciliari. Ora la donna è a disposizione dei magistrati per l’interrogatorio di garanzia. Si attendono eventuali decisioni da parte della direzione della scuola d’infanzia.
(Foto d’archivio)