Viaggiava con 130mila euro in contanti: arrestato autista di bus

Trasportava 130 mila euro in contanti nascosti in un vano dell’autobus che conduceva e che era appena sbarcato a Brindisi da un traghetto proveniente dalla Grecia: un cittadino albanese di 28 anni è stato denunciato a piede libero e il denaro posto sotto sequestro.
L’autobus è stato intercettato nell’area portuale da militari della compagnia della guardia di finanza di Brindisi e da funzionari dell’agenzia delle dogane.
L’autista del bus ha mostrato particolari segni di nervosismo alla presenza dei finanzieri che hanno così deciso di effettuare controlli approfonditi.
In uno scompartimento nascosto dell’autobus sono stati rinvenuti poco dopo 130 mila euro in banconote di vario taglio dei quali l’albanese non ha saputo fornire spiegazioni sulla provenienza e sulla destinazione rilasciando dichiarazioni contraddittorie.
Il denaro è stato così sequestrato e il giovane conducente denunciato per ricettazione: i finanzieri sospettano che la considerevole somma fosse di provenienza illecita.