Violentò e rapinò una massaggiatrice cinese: 62enne arrestato dalla polizia

E’ accusato di aver violentato e rapinato per due volte una massaggiatrice cinese: i poliziotti del commissariato di Ostuni hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Salvatore Intrepido, 62 anni, nato a Trepuzzi e residente a Bari.
Le indagini sono state condotte dal personale del Commissariato di polizia di Ostuni e coordinate dalla Procura della Repubblica di Brindisi.
Le rapine attribuite all’arrestato risalgono al 2017 e si sono consumate all’interno dell’abitazione di una donna dedita all’attività di massaggiatrice.
In un caso, dopo averla picchiata l’uomo la rapinò di 400 euro, mentre in un secondo episodio, la vittima venne legata, imbavagliata, violentata e infine privata di 150 euro.
L’individuo in entrambe le circostanze aveva agito a volto scoperto. Grazie alle telecamere interne all’abitazione che ne hanno immortalato perfettamente il volto, gli investigatori ostunesi sono riusciti ad assicurare alla giustizia l’uomo.
L’arrestato a distanza di un anno e mezzo è stato quindi riconosciuto, fermato, identificato e, d’intesa con l’autorità giudiziaria brindisina, raggiunto da ordinanza di custodia cautelare in carcere.
Ora si trova ristretto nella Casa Circondariale di Brindisi.