Torre Guaceto: al via gli incontri con le comunità per la candidatura a Riserva della Biosfera UNESCO

Cominceranno la prossima settimana gli incontri con le comunità dei territori di Brindisi, Carovigno, Mesagne e San Vito dei Normanni per discutere delle attività che dovranno essere intraprese ai fini di sostenere il percorso appena avviato dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto per la candidatura a Riserva della Biosfera MAB-UNESCO.
Per proteggere i contesti naturali di pregio e promuovere l’interazione sostenibile con le comunità di appartenenza ed il loro benessere, l’Unesco, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, ha avviato il programma MAB, “Man And Biosphere”, nell’ambito del quale individua le Riserve della biosfera.
Con il termine riserva non si intende un’area protetta, bensì l’insieme di comunità e ricchezze paesaggistiche che si sviluppano sul territorio di riferimento di un’area protetta. Ogni anno, ciascun Paese può presentare all’Unesco una sola area affinché questa venga nominata Riserva della Biosfera: l’obiettivo di Torre Guaceto e della sua area di riferimento è di diventare la candidata italiana 2025.
La presentazione del progetto è avvenuta il 9 marzo scorso, alla presenza del presidente del Consorzio, Rocky Malatesta, dell’assessora all’Ambiente e ai Parchi della Regione Puglia, Anna Grazia Maraschio, nonché, del professore dell’Università di Bari, Nicolò Carnimeo, referente dell’apparato tecnico-scientifico che sta portando avanti i lavori.
Questo il calendario degli incontri con le comunità: 10 aprile, ore 16, Castello Dentice di Frasso (Carovigno); 17 aprile, ore 16, Castello Normanno-Svevo (Mesagne); 19 aprile, ore 16, Palazzo Granafei-Nervegna (Brindisi); 24 aprile, ore 16, Chiostro dei Domenicani (San Vito dei Normanni).
Senza Colonne è su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui  per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati
Ed è anche su Telegram: per iscriverti al nostro canale clicca qui