Manifesti elettorali abusivi: i carabinieri multano un candidato brindisino

I carabinieri della Stazione di Brindisi Principale, nell’ambito di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno della propaganda elettorale abusiva, hanno contestato una violazione amministrativa nei confronti di un candidato alle prossime elezioni regionali il quale aveva affisso alcuni manifesti propagandistici al di fuori degli spazi e dei tempi consentiti dalla legge.
Infatti la legge prevede che dal trentesimo giorno precedente la data fissata per le elezioni è vietata ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa, a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne indicanti le sedi dei partiti. La stessa norma vieta, il lancio o il getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico e ogni forma di propaganda luminosa mobile.