Morto in strada, gas in casa: forse un suicidio

Soltanto la tempestività e la professionalità dei Vigili del Fuoco, intervenuti su richiesta della Questura, ha evitato una esplosione dagli effetti potenzialmente devastanti nell’intera zona: è accaduto oggi 10 settembre a Brindisi in via Andrea Della Monica, poco dopo l’alba. I poliziotti, che si trovavano sul luogo perché in mezzo alla strada era stato rinvenuto intorno alle 5 del mattino il cadavere di un uomo, avvertendo un fortissimo odore di gas provenire da un palazzo, hanno allertato i pompieri.
Poiché il rilevatore multigas ha rilevato concentrazione di gas superiori alla soglia limite nell’androne e sulle scale, il complesso abitativo – in via precauzionale – è stato evacuato.
I Vigili del Fuoco sono quindi entrati nell’appartamento nel quale si era verificata la perdita di gas forzando con il divaricatore una porta finestra esterna e hanno disinnescato ogni possibile fonte di innesco, impedendo eventuali esplosioni.
L’abitazione è stata ventilata fino a quando gli strumenti appositi non hanno segnalato l’uscita dal campo di esplosività.
Una bombola di GPL con un tubo apparentemente tagliato è stata rinvenuta all’interno della casa.
Sulla dinamica dell’incidente indagano le forze dell’ordine.
Marina Poci