Calcio, l’ex “nemico” mister Chiricallo si presenta al suo nuovo pubblico

Nella gremitissima sala stampa dello stadio Franco Fanuzzi il presidente Antonio Flora ha presentato alla stampa ed ai tifosi il nuovo allenatore, Marcello Chiricallo che sostituisce sulla panchina del Brindisi Totò Ciullo, con l’obiettivo dichiarato di far rimanere il Brindisi nel gruppo che si giocherà fino alla fine del campionato ogni possibile chance di vittoria.
Innanzi tutto Flora ha avuto parole di elogio per Ciullo, una bravissima persona, onesta e leale ed un ottimo tecnico a cui ha dovuto rinunciare con sofferenza per poter dare uno scossone alla squadra che, parole testuali del presidente, purtroppo non rispondeva più alle cure del medico (Ciullo) per cui è stato necessario cambiare medico e rivolgersi ad un altro allenatore, bravo, preparato, profondo conoscitore della categoria e grande motivatore come Chiricallo che lo stesso Flora ha avuto come suo allenatore quando era il patron del Barletta.
Nel fuoco di fila di domande la curiosità dei presenti si divideva fra il voler conoscere le ragioni precise che hanno portato la società all’esonero di Ciullo ed il perchè la scelta è caduta proprio su Chiricallo il quale, non a caso, domenica pomeriggio era presente allo stadio Franco Salerno di Matera su esplicito invito di Flora, per assistere alla partita.
Sul punto il presidente ha chiarito che la decisione del cambio in panchina l’ha maturata fra sabato e domenica e che già nella mattina della partita di Matera era in completo disaccordo con alcune scelte tecniche del mister ed i suoi timori si sono puntualmente materializzati nella vistosa disfatta subita per cui ha dato seguito alla sua decisione di sollevare dall’incarico Ciullo ed affidare la guida tecnica della squadra a Chiricallo.
Il nuovo mister ha confermato tutto evidenziando che gli è bastata la notte fra domenica e lunedì per accettare la proposta in quanto una piazza esigente come quella brindisina gli dà gli stimoli giusti e poi perchè ha avuto già modo di conoscere e sperimentare di persona la serietà e la puntualità del presidente Flora.
Detto da lui, che è sempre stato alla guida di squadre, sportivamente parlando, grandi nemiche del Brindisi come il Barletta, il Monopoli e lo stesso Matera, fa decisamente piacere in quanto gli darà l’occasione di “redimersi” agli occhi dei tanti tifosi che quando sedeva sulla panchina avversaria gliene avranno dette di tutti i colori, come nell’occasione in cui sbancò il Fanuzzi col suo Barletta.
Domenica il campionato osserverà una giornata di riposo per la concomitanza con il Torneo di Viareggio in cui è impegnata la rappresentativa di categoria e questo consentirà al mister di avere ben dieci giorni a disposizione per poter conoscere i pregi ed i difetti dei suoi calciatori, capire quale è il problema che sta affliggendo questa squadra e risolverlo, in modo da poter riprendere nuovamente la marcia di avvicinamento al primo posto in classifica bruscamente interrottosi domenica scorsa Matera.
Chiricallo si è detto consapevole che lo aspetta un lavoro arduo, non certo agevolato dal trittico terribile di partite che dovrà affrontare la sua nuova squadra, vale a dire Monopoli in casa e Taranto e Marcianise in trasferta, ma anche la sosta che il Brindisi dovrà osservare in mezzo alle due prossime trasferte, dovuta alla radiazione del Nardò, agevolerà in qualche modo il lavoro del mister.
Sul piano psicologico c’è da ricostruire il morale dei giocatori, capire cosa c’è che non va ed eliminare, come ha suggerito il presidente, eventualmente la parte che non va dei vari giocatori e non i giocatori stessi.
Sul fronte del mercato il presidente si è detto disponibile a compiere un ulteriore sacrificio economico solamente se dovesse presentarsi l’occasione di tesserare un calciatore in grado di fare la differenza e non semplicemente un qualcuno per far numero e sedere in panchina.
Con Ciullo vanno via anche il suo vice Andrea Manco, il preparatore dei portieri Gianfranco Maggio ed il preparatore atletico Gianluca La Mazza.
Nei prossimi giorni, sicuramente entro giovedì, si conosceranno anche i nomi dei collaboratori di mister Chiricallo, anche se Flora ha già anticipato il suo gradimento per promuovere Gigi Orlandini, attuale allenatore della formazione Juniores del Brindisi, a vice allenatore della prima squadra e si tratta di una soluzione di sicuro gradimento anche per la tifoseria biancazzurra ed una buona gratificazione anche per lo stesso Orlandini, ex stella di Parma, Inter ed Atalanta, il quale terminò la sua carriera di calciatore professionista nelle fila del Brindisi Calcio di Mario Salucci.
Alessandro Caiulo