Un arbitro brindisino contro l’Aia: “Io avvicendato ingiustamente”

“La sezione arbitri di Brindisi prepara i festeggiamenti per il grande evento e la storica promozione di un arbitro brindisino. Tuttavia dimentica altri Arbitri Nazionali, come il sottoscritto, “avvicendati” (cioè tagliati fuori) senza ancora avuto le adeguate motivazioni”: è la lettera di denuncia di Marco Masi pronto a presentare ricorso contro la decisione dell’Aia, l’Associazione italiana arbitri di calcio. 

Proprio ieri l’Aia ha annunciato la promozione del bravissimo Marco Di Bello nel novero dei fischietti della serie A.

Ma Masi chiede che vengano tutelati anche gli interessi degli altri arbitri nazionali brindisini.