Il Brindisi torna con i tre punti da Scafati: ancora a segno il giovane Lorusso

SCAFATESE 0
BRINDISI 1

SCAFATESE: Gallo; Romano, Abate, Panzi (Maio), Gallo; Colasante, Comegna, Amarante, Ascione; Evacuo, Polizzi (dal 67° Ciullo). In panchina: Varone, Amendola, Laiola, Siano, Marano, Esposito, Porzio. Allenatore: De Felice.
BRINDISI: Pizzolato; Romito, Ferrara, Ciano, Raho; Bruzzese (dal 57 Loiodice), Danucci, La Fortezza (dal 67°Lorito), De Vivo; Ancora, Lorusso (dall’80° Molinari). In panchina: Cattafesta, Dinielli, Pellegrino, Pastore. Allenatore: Castellucci.
Arbitro: Federico Longo della sezione di Paola (Cs).
Marcatore: nella ripresa al 15° Giovanni Lorusso

Un Brindisi assolutamente rimaneggiato, direi anche raffazzonato, riesce ad avere la meglio sulla Scafatese grazie ad una rete, la seconda consecutiva, del giovane Gianni Lorusso, classe 1995, (nella foto con la maglia del Benevento) fino a due settimane addietro fuori quota nella formazione juniores di mister Piliego ed ora, dopo l’allontanamento di Croce, stabilmente aggregato in prima squadra.
Partita positiva solamente per i tre punti conquistati dal momento che non si è visto certamente un bel calcio e, anzi, la prima frazione di gioco è stata decisamente brutta, mentre più vivace ed agonisticamente tirata, invece, la ripresa.
Veniamo, brevemente, alla cronaca della gara.
Dopo appena pochi secondi dal fischio di inizio Pizzolato è costretto ad un difficile intervento su conclusione al fulmicotone di Gallo.
Subito dopo la gara si addormenta per una decina di minuti fino a quando, intorno al 13° Evacuo prova la conclusione a rete senza creare alcun problema a Pizzolato.
Il primo serio tentativo biancazzurro alla mezzora, con Cristiano Ancora che prova il diagonale dalla sinistra che il portiere campano gallo riesce a deviare.
Un paio di minuti dopo Cristiano Ancora serve Bruzzese libero al limite dell’area di rigore, ma la conclusione è da dimenticare.
La prima parte della gara termina sullo 0 a 0 ed i primi minuti della ripresa non sembrano far presagire niente di meglio ma la gara si sveglia al 15° quando La Fortezza serve in profondità Cristiano Ancora che si invola in area, danza davanti al portiere prima di servire Lorusso che batte a rete per il vantaggio biancazzurro.
La Scafatese si getta in avanti provando con Evacuo a ristabilire la parità, ma presta il fianco alle ripartenze degli ospiti che vanno più volte vivine al raddoppio con Ancora, fermato da un doppio miracolo del portiere, con Molinari, entrato al posto di Lorusso, ed anche con Loiodice, subentrato a Bruzzese, il cui tiro è, però, centrale e fiacco.
In settimana dovrebbero giungere alla corte di mister Castellucci un altro paio di nuovi calciatori per rimpinguare la rosa e sostituire i tanti partenti e domenica prossima la formazione di mister Castellucci giocherà nuovamente in terra campana contro il Pomigliano.
Alessandro Caiulo