Un anno con Flavia: lo stupendo 2014 della Pennetta

Se vogliamo trarre un bilancio dell’attività di Flavia Pennetta nel corso del 2014, possiamo certamente definire l’anno che sta finendo come quello della seconda giovinezza della tennista brindisina che, all’età di 32 anni, ha scalato nuovamente la classifica mondiale WTA salendo dal 31° fino al 12° posto e tornando, dopo 5 anni dall’ultima volta, ad essere la prima fra le italiane, davanti a Sara Errani, Camilla Giorgi, Roberta Vinci e Francesca Schiavone, e vincendo anche, come vedremo, alcuni importanti tornei internazionali.
Ricordiamo che Flavia Pennetta è stata la prima tennista italiana nella storia ad entrare nella Top Ten della classifica mondiale WTA Tour e che con la Nazionale Italiana ha vinto per ben quattro volte (2006, 2009, 2010 e 2013) la Fed Cup, l’equivalente femminile della Coppa Davis.
Qui di seguito, in maniera necessariamente sommaria, quanto successo nel 2014.
Inizio dell’anno in sordina con una sola vittoria nell’esibizione della Hopman Cup in cui rappresentava l’Italia, ma pronto riscatto, alcuni giorni dopo, a Melbourne dove, agli “Australian Open” la nostra Flavia elimina al primo turno la rumena Alexandra Cadantu, al secondo estromette Mónica Puig, al terzo annichilisce la tedesca Mona Barthel e batte agli ottavi con il punteggio di 6-1, 4-6, 7-5 la Kerber, giungendo per la prima volta in carriera ai quarti di finale del singolare del prestigioso torneo che nel 2011 aveva vinto in coppia con la tennista argentina Gisela Dulko, ma nei quarti di finale viene battuta dalla cinese Li Na, futura vincitrice dello slam.
A febbraio giunge subito l’eliminazione al primo turno al Torneo WTA di Doha in Qatar, mentre va decisamente meglio a Dubai dove Flavia, superate brillantemente le qualificazioni, elimina prima Kaia Kanepi e, poi, la numero 2 del tabellone Agnieszka Radwańska, prima di essere eliminata ai quarti di finale da Venus Williams, la quale si aggiudicherà il torneo.
L’apice viene toccato a marzo con la conquista, per la prima volta nella sua carriera, di un Torneo WTA Premier Mandatory ad Indian Wells, dove surclassa in finale Agnieszka Radwańska con il punteggio di 6-2 6-1: per Flavia Pennetta è il 10° titolo in carriera; per giungere in finale ha eliminato i sequenza Taylor Townsend (6-4, 6-7, 6-3), Samantha Stosur (6-4, 3-6, 6-1) Camila Giorgi (6-2, 6-1), Sloane Stephens (6-4, 5-7, 6-4), Li Na (7-6, 6-3). 
È grazie a questa prestigiosissima vittoria che la brindisina scala nuovamente la classifica del ranking mondiale fino al 12° posto.
A Miami si deve accontentare di giungere al terzo turno, dopo aver eliminato la forte bielorussa Olga Govorcova, ma deve poi soccombere contro Ana Ivanović.
Partecipa anche agli Internazionali BNL d’Italia, dove viene battuta agli ottavi da Jelena Janković con un punteggio di 6-2, 6-3, così come giunge presto la eliminazione anche al Roland Garros ed a Wimbledon. 
Nuova impennata agli Open degli Stati Uniti dove raggiunge i quarti di finale per la quinta volta nella sua carriera, anche se deve arrendersi di fronte allo strapotere di Serena Williams. Nel doppio, a cui si presenta con Martina Hingis, giunge fino in finale, dove è sconfitta dalla coppia russa composta da Ekaterina Makarova ed Elena Vesnina.
Agrodolce il torneo cinese di Wuhan dove viene eliminata al primo turno nel singolare ma vince a mani basse il doppio in coppa con la Hingis e per Flavia è il 16° torneo internazionale di doppio vinto in carriera. Sempre in Cina , va un pà meglio nel singolo a Pechino, dove supera il primo turno, ma nel doppio, nel torneo di Tianjin, la coppia pennetta-Hingis, partita come testa di serie n°1, non supera i quarti di finale e deve rinunciare alla partecipazione al Master di fine anno a Singapore.
Flavia partecipa all’ultimo Wta Premier dell’anno a Mosca, dove viene eliminata da Camila Giorgi per 7-6, 6-4 in un match di altissimo livello tecnico, ma il successo pieno giunge dal doppio dove, sempre in coppia con la svizzera Martina Hingis, conquista il titolo, il secondo della stagione per la coppia italo-svizzera ed il 17° in carriera per la brindisina.
La Pennetta prende parte anche al WTA Tournament of Champions di Sofia, detto anche “Masters B”, come terza testa di serie. Al suo esordio elimina Alizé Cornet 6-1, 6-2, poi batte Karolína Plíšková 6-1, 6-3 e, in semifinale supera Carla Suarez Navarro per 6-4, 6-2. In finale , dopo aver vinto il primo set, viene sconfitta dalla tedesca Andrea Petković.
A coronamento di questo splendido anno, Flavia Pennetta lo scorso 15 dicembre è stata insignita dal CONI del prestigioso “Collare d’oro al merito sportivo” quale atleta che si è particolarmente distinta nel corso del 2014 e, più in generale, nella sua carriera a livello internazionale; la premiazione, che ha avuto luogo nel Salone d’Onore del CONI, è stata effettuata dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, alla presenza di tutto il gotha del Comitato Olimpico Nazionale.
Alessandro Caiulo