Il Brindisi sbanca Grottaglie e sale finalmente sul podio

GROTTAGLIE 0
BRINDISI 2

GROTTAGLIE: Laghezza, De Pasquale, Prete, Portosi, Musuraca, Franco (al 78° Bongermino), Collocola, De Luca, Del Prete, Facecchia, Pisano (al 64° Faccini, al 67° Salvi). In panchina: Anastasia, Vitale, Danese, Palmisano, Bruno, Mitrotti. Allentatore: Vincenzo Pizzonia
BRINDISI: Pizzolato, Ivone, Raho, Danucci, Ferrara, Mannone, Loiodice, Ciano (dal 69° Lorito), Molinari (dal 59° Esposito), Ancora, Varsi (dal 90° Ascione). In panchina: Cattafesta, Dinielli, Pellegrino, Tagliente, De Vivo, Lorusso. Allenatore: Ezio Castellucci
Arbitro: Vimercati di Cosenza, assistito da Zangara di Catanzaro e Sciammarella di Paola
Marcatori: bel primo tempo al 7° Varsi, nella ripresa al 28°Ancora su rigore
Spettatori: un migliaio di cui oltre cinquecento provenienti da Brindisi

Il Brindisi, nonostante l’assenza di capitan Pollidori e La Fortezza e con il generoso Ivano Ciano utilizzato fuori ruolo in mediana, continua spigliato il suo cammino macinando punti su punti, batte il Grottaglie e, approfittando della battuta d’arresto di Cavese e Biscelgie, si lascia alle spalle i campani e raggiunge al terzo posto, in coabitazione col Taranto, i baresi, a quota 37 punti.
La partita è subito in discesa per gli uomini di mister Castellucci grazie alla rete siglata di testa dal piccoletto Varsi su millimetrico traversone dalla destra dell’assist-man Cristiano Ancora.
Alla mezzora ci prova Ancora con un tiro dal limite, ma la mira non è precisa.
Al 35° il Brindisi potrebbe passare di nuovo sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Herna Molinari, la sfera rimpalla fra Ferrara e l’estremo difensore grottagliese Laghezza e l’occasione sfuma.
Pochi minuti dopo bomber Molinari, servito da Varsi, conclude a botta sicura verso la porta avversaria ma la sfera incoccia su un difensore.
Si va al riposo sull’1 a 0 ed anche la ripresa è un monologo brindisino: al 27° Ancora calcia una punizione dal limite a scavalcare la bandiera, il mediano Portosi tocca nettamente con la mano ed è calcio di rigore che batte lo stesso Ancora mettendo a segno il gol del 2 a 0 fra il tripudio della gradinata occupata da mezzo migliaio di tifosi brindisini.
Da segnalare che pochi minuti prima il neo entrato Faccini si scontra fortunosamente con Ciano ed entrambi sono costretti ad uscire dal campo: il primo in barella e poi in ambulanza, il secondo, solamente intontito per la botta, in panchina.
L’unico intervento degno di nota del portiere biancazzurro Pizzolato proprio al 90° quando riesce a respingere a pugni uniti una conclusione avvrersaria.
Al triplice fischio la squadra va a prendersi la giusta dose di applausi sotto il settore ospiti in festa.
Queste le dichiarazioni di mister Castellucci a fine gara: Castellucci: “Ciano si è adattato molto bene in mezzo al campo perche aveva ricoperto questo ruolo in passato. C’è stato molto agonismo, grande merito a noi per come abbiamo giocato ed interpretato la gara”.
Domenica prossima il campionato osserverà un turno di riposo in concomitanza con il Torneo di Viareggio dove sarà impegnata la rappresentativa nazionale di categoria, alla ripresa del campionato ospite al Fanuzzi sarà la capolista Andria dell’ex Fabio Moscelli.
Questi gli altri risultati della terza giornata di ritorno: Gallipoli-Arzanese 0-0; San Severo – Cavese 3-1; Taranto-Francavilla sul Sinni 1-0; Puteolana-Gelbison 0-0; Potenza-Scafatese 1-0; Sarnese-Monopoli 1-1; Andria-Pomigliano 2-1; Manfredonia-Bisceglie 2-0.
Alessandro Caiulo