Tavecchio concede al Brindisi la Promozione, ma ci sono solo 48 ore di tempo

In ottemperanza a quanto stabilito il Tribunale Federale a seguito del processo dirty soccer – che aveva escluso la compagine brindisina dal campionato di serie D – ed in adempimento all’apposita delega ricevuta dal Consiglio Federale nella seduta dello scorso 31 agosto, il Presidente della F.I.G.C. Carlo Tavecchio ha assegnato la Ssd Calcio Città di Brindisi al Campionato Regionale di Promozione Pugliese, decretando, così, un doppio salto all’indietro rispetto a quello per cui risulta iscritta dallo scorso 12 luglio, cioè il Campionato Nazionale di Serie D.
Questo qui di seguito il provvedimento di tavecchio:
“Il Presidente Federale
– Preso atto della decisione del Tribunale Federale Nazionale – sezione disciplinare, pubblicata sul Comunicato Ufficiale n. 17/TFN del 20 agosto 2015, con la quale è stata comminata alla società SSDARL CALCIO CITTA’ DI BRINDISI la sanzione della esclusione dal campionato di competenza con assegnazione da parte del Consiglio Federale ad uno dei campionati di categoria inferiore;
– preso altresì atto del passaggio in giudicato della medesima pronuncia;
– vista la delega conferita dal Consiglio Federale nella riunione del 31 agosto 2015;
– visto l’art. 18 del Codice di Giustizia Sportiva;
– sentito il Presidente del Comitato Regionale Puglia L.N.D.
d e l i b e r a
di assegnare alla società SSDARL CALCIO CITTA’ DI BRINDISI il campionato regionale di Promozione 2015/2016 organizzato dal Comitato Regionale Puglia L.N.D..
Il Comitato provvederà a concedere i termini alla società per l’effettuazione degli adempimenti relativi all’iscrizione al campionato di Promozione”.
Inizia, ora, la lotta contro il tempo dal momento che ci sono solamente 48 ore di tempo – tante ne sono state concesse dal Comitato Regionale Pugliese – per formalizzare e regolarizzare l’iscrizione al campionato di Promozione, pena la definitiva scomparsa del sodalizio di via Benedetto Brin.
Alessandro Caiulo