Real Paradiso, prove tecniche da prima squadra. Ma non al “Fanuzzi”

Archiviati i 103 anni di storia calcistica, indegnamente rappresentati negli ultimi tempi dalla Ssd Calcio Città di Brindisi di Flora e Morisco, la Brindisi sportiva di fede calcistica prova a ripartire affidando le speranze di redenzione ad una consolidata realtà di quartiere, quel è il Real Paradiso, che in questa infelice stagione rappresenterà il capoluogo messapico nel mesto campionato di Prima Categoria.

Domenica 27 settembre, alle ore 15,30, ci sarà il primo assaggio di questa nuova dimensione al Campo Sportivo della Torretta, al rione Paradiso, dove si disputerà il primo turno di Coppa Puglia che ben sintetizza le realtà unicamente regionali con cui ci si dovrà misurare anche negli anni a venire.

A dire il vero la partita si sarebbe dovuta disputare allo Stadio Franco Fanuzzi, ma lo stato di spaventosa incuria in cui lo stesso è stato lasciato negli ultimi mesi, che non si è limitato ad un manto erboso spelacchiato, ma anche a cancellate semisfondate e mura perimetrali pericolanti dal lato di via benedetto Brin, ha reso impossibile una cosa che in altre latitudini sarebbe stato assolutamente normale: far giocare, cioè, l’unica squadra cittadina superstite nell’impianto principale della città e se non si porrà rimedio al più presto difficilmente le prime gare di campionato potranno essere disputate allo stadio anche perchè nel frattempo, con una scelta che lascia adito a non pochi dubbi sulla professionalità con cui vengono affrontate certe questioni nella stanza dei bottoni, il malconcio manto erboso del Fanuzzi, invece che riposare, sarà costretto a sopportare lo stress dell’utilizzo da parte di due società della provincia, Ostuni e Carovigno, che proprio domenica giocheranno a Brindisi il loro derby valevole per la seconda giornata del campionato regionale di promozione.

L’avversario di turno è la Leonessa Erchie, una formazione della provincia che milita nel campionato di Seconda categoria, e per mister Miglietta, il bravo e preparato tecnico di casa, sarà l’occasione giusta per far conoscere ad un pubblico più ampio i suoi ragazzi e cercare di attirare ancor più simpatie rispetto a quelle che già fioriscono nei confronti della squadra. Intanto pare che ci sia stato un avvicinamento fra i vertici del Real Paradiso e l’associazione Per Brindisi, tant’è che all’ordine del giorno dell’assemblea dei soci che si terrà il prossimo primo ottobre è stato inserito come argomento principale quello di appoggiare il sodalizio di Massimo Bungaro e Pietro Siliberto per farne la squadra rappresentativa della città e questa iniziativa, da quel che è dato di sapere, ha trovato il consenso anche del Primo Cittadino Mimmo Consales.

Peccato che il direttivo abbia deciso di convocare l’assemblea in un giorno ed in un orario lavorativo (giovedì pomeriggio) e di non consentire il voto per delega, il che permetterà solo ad una sparuta parte degli oltre 500 iscritti all’associazione, molti dei quali nemmeno residenti in Brindisi, di poter manifestare, nelle forme previste dalla legge e dallo statuto, il proprio pensiero al riguardo.

Alessandro Caiulo