Frode con gasolio agricolo, Finanza sequestra stazione di servizio

Un deposito illecito di gasolio agricolo contenente circa seimila litri di carburante è stato sequestrato da militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Francavilla Fontana a Villa Castelli dove sono stati posti i sigilli a una stazione di servizio dotata di quattro colonnine di erogazione e altrettante cisterne di stoccaggio.
L’indagine è stata avviata dopo un controllo effettuato su un autocarro che usciva dal deposito di prodotti energetici: all’interno del veicolo erano stipati 5 fusti in plastica contenenti complessivamente 300 litri di carburante per uso agricolo risultati non accompagnati dalla prevista documentazione di trasporto.
Questa circostanza, supportata dalla mancanza di giustificazioni del conducente del mezzo, ha indotto i finanzieri ad estendere il controllo anche all’intero deposito, mediante il conteggio delle giacenze del gasolio agricolo stipato nelle cisterne e la verifica della documentazione contabile.

E’ così emerso che l’impresa aveva consumato in frode 6.534 litri e detenuto irregolarmente 5.252 litri di carburante agricolo agevolato, in numerosi casi impiegato anche per rifornire autoveicoli in assenza di specifiche autorizzazioni, così come riscontrato dalla visione delle telecamere di videosorveglianza della struttura.

Pertanto i militari hanno proceduto al sequestro penale dell’autocarro e dei 300 litri di gasolio trasportati, dell’intero deposito carburanti compresi le 4 colonnine di erogazione, le cisterne di stoccaggio dei combustibili e gli oltre 5 mila litri di gasolio agricolo rinvenuti al loro interno.

Il titolare dell’impianto e il conducente dell’autocarro sono stati denunciati a piede libero alla locale Autorità Giudiziaria, per violazione della normativa che disciplina il pagamento delle accise.