Spedizione punitiva contro un presunto molestatore: condannato il nipote di zio Michele

Cosimo Cosma, il nipote di Michele Misseri, condannato in primo grado a 6 anni di reclusione per aver occultato assieme allo zio il cadavere di Sarah Scazzi, è stato nuovamente condannato quest’oggi a 1 anno e 4 mesi. Secondo il tribunale di Brindisi Cosma avrebbe partecipato insieme a due parenti a una spedizione punitiva nei confronti di un uomo accusato di aver molestato la nipote di 16 anni.

Giuseppe Rizzo, questo il nome del presunto autore degli abusi, sarebbe stato aggredito dai tre il 28 aprile del 2008 a Erchie. Costituitosi parte civile l’uomo ha ottenuto dal giudice il diritto a una provvisionale di 5mila euro. Somma che, una volta versata dai tre imputati, permetterà loro di beneficiare della sospensione condizionale della pena.