Sisma Nepal, arrivato a Katmandu volo di aiuti da Brindisi per 160mila euro

E’ arrivato oggi a Kathmandu un nuovo volo umanitario della Cooperazione italiana con a bordo 16 tonnellate di beni di prima necessità – tende, coperte, taniche d’acqua e kit medici – per un valore complessivo di circa 160mila euro. Lo riferisce la Farnesina, secondo cui il trasporto – realizzato in collaborazione con la Base Logistica delle Nazioni Unite di Brindisi (UNHRD) e l’Ong Intersos per conto del Consorzio di Ong italiane “AGIRE”‘ – rientra nell’ambito di un più ampio pacchetto di interventi umanitari della Cooperazione italiana che include anche due contributi multilaterali di emergenza del valore complessivo di 800.000 euro, equamente ripartiti tra Fao e Oim (Organizzazione internazionale per le migrazioni) per interventi rispettivamente nel settore della sicurezza alimentare e dell’assistenza agli sfollati. 

Grazie al finanziamento italiano, la Fao provvederà alla distribuzione di sementi e di attrezzi agricoli per consentire il ripristino delle attività agricole in vista dell’arrivo dei monsoni.
Il progetto dell’Oim mira a garantire assistenza agli sfollati nei campi di accoglienza attraverso la fornitura di beni di prima necessità, nonché attività di assistenza sanitaria e di supporto psicologico. Gli interventi in questione si aggiungono al primo volo umanitario del valore di 100.000 euro realizzato nei giorni scorsi dalla Cooperazione Italiana ed al contributo multilaterale di 300.000 euro a favore della Federazione Internazionale della Croce Rossa (Ficross) deciso nelle ore immediatamente successive al terremoto del 25 Aprile. Queste iniziative portano ad oltre 1,3 milioni di euro l’impegno finanziario della Cooperazione Italiana per alleviare le sofferenze della popolazione nepalese nel quadro di un intervento di sistema del nostro Paese che vede impegnata anche la Protezione Civile italiana con un Posto Medico avanzato.