Diciassettenne arrestato con una bomba: c’era un chilo di esplosivo

Era composto da un chilo di polvere da sparo, da un cilindro di 40 centimetri e da una miccia l’ordigno trovato in possesso di un giovane di 17 anni arrestato qualche giorno fa dai carabinieri a San Pietro Vernotico. I carabinieri lo avevano visto vestito con una tuta di colore nero e con il volto travisato, mentre si aggirava per le vie del paese. Ha attirato l’attenzione dei militari poiché si è soffermato per alcuni istanti nei paraggi di una nota attività commerciale, già in passato oggetto di attentati dinamitardi.
Il successivo intervento eseguito dai Carabinieri dei Nuclei Artificieri Antisabotaggio ha consentito di accertare che si trattava di un congegno micidiale cha avrebbe potuto causare ingenti danni a cose e persone. Il giovane è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione e porto illegale di materiale esplodente. Il pronto intervento dei militari operanti ha scongiurato che il 17enne portasse a compimento l’azione criminosa che avrebbe potuto comportare gravissimi danni. Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale dei Minorenni, nei giorni successivi, ha convalidato l’arresto, disponendo nei confronti del minore la misura cautelare della custodia cautelare in carcere presso l’Istituto per i Minorenni di Bari.
Senza Colonne è anche su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui  per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati