Morto mentre cercava funghi, i due amici indagati per averlo abbandonato

TORRE SANTA SUSANNA – La procura di Taranto che ha iscritto nel registro degli indagati i due amici del 51enne di Torre Santa Susanna trovato morto nel bosco di Crispiano dove si erano recati a cercar funghi la mattina del 3 dicembre scorso. Il 66enne e il 48enne, anche loro di Torre, sono indagati per omicidio colposo e omissione di soccorso.
Gli avvisi di garanzia sono scattati contemporaneamente all’incarico affidato dal pm di Taranto Marzia Castiglia al medico legale Marcello Chironi che lunedì effettuerà l’esame autoptico. Il consulente dovrà stabilire le cause del decesso di Margheriti e se esso sia avvenuto per un malore improvviso o se la morte sia sopraggiunta successivamente. Il corpo del venditore ambulante venne ritrovato dopo due giorni di ricerche in un fossato nelle campagne di Crispiano.
I tre erano andati insieme a funghi in auto partendo da Torre Santa Susanna, ma gli altri due erano poi ripartiti senza Margheriti che non si era presentato al luogo concordato e senza preoccuparsi di cosa gli fosse accaduto.
I due indagati sono difesi dagli avvocati Raffaele Missere e Giuseppe Sorìo, parti offese la moglie, i due figli e i sei fratelli di Fedelino Margheriti.