Operato a Bergamo e Brindisi: commercialista muore per le complicazioni di un intervento bariatrico

Un commercialista brindisino di 49 anni, Armando Calizzi, è morto la scorsa notte all’ospedale Perrino, dov’era ricoverato nel reparto di Chirurgia Generale. L’uomo si era sottoposto nel mese di gennaio a Bergamo ad un intervento di chirurgia bariatrica, dopo il quale era stato dimesso. Tuttavia, rientrato a Brindisi, si sono presentate delle complicazioni che hanno reso necessario il ricovero e un nuovo intervento nell’ospedale del capoluogo.
Secondo le prime informazioni trapelate, sarebbe rimasto in osservazione in Rianimazione per poco tempo, per poi essere trasferito nella Chirurgia, dove è improvvisamente peggiorato sino a spegnersi la scorsa notte.
La famiglia ha immediatamente sporto denuncia per omicidio colposo contro ignoti presso i Carabinieri. Il Pubblico Ministero di turno, raggiunto dalla notizia di reato, ha disposto l’acquisizione della cartella sanitaria e il sequestro della salma e dello stomaco, asportatogli nel corso dell’intervento al Perrino. Con ogni probabilità sarà disposta l’autopsia.
Intanto, profondo dolore ha colpito la comunità brindisina: Calizzi era sposato e padre di due bimbe piccole, a cui adesso vanno le attenzioni e la vicinanza di amici e parenti. L’ordine dei commercialisti ha espresso pubblicamente il suo cordoglio, ricordando le doti umane e professionali dell’uomo, così come parole di grande affetto sono giunte dallo Juventus Club Andrea Agnelli, di cui Calizzi era socio.
Senza Colonne è su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui  per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati
Ed è anche su Telegram: per iscriverti al nostro canale clicca qui