Biglietto da visita sul cruscotto al posto del ticket del parcheggio: intestato a funzionario della Multiservizi

Evidentemente la risonanza che ha avuto l’inchiesta sulle multe pagate dalla Multiservizi per conto di politici, imprenditori e giornalisti non è servita a mutare determinati atteggiamenti, né ha invogliato a un maggior rispetto delle norme. Colta dall’obiettivo di un nostro attento lettore, che ci ha inviato le immagini attraverso whatsapp, ecco una Bmw bianca parcheggiata in serata nei pressi di via Taranto. La vettura è parcheggiata controsenso nelle strisce blu e questo costituirebbe già un’infrazione al codice della strada, ma questo spetta ai vigili urbani rilevarlo.

Il nostro lettore si è accorto che sul cruscotto della vettura, al posto del ticket per il pagamento del parcheggio, era espostoin bella mostraun bigliettino da visita del (presunto) proprietario in questione, un funzionario della Brindisi Multiservizi (che è la società partecipata del Comune che gestisce proprio i parcheggi a pagamento). Ora le possibilità sono due: o il funzionario in questione, titolare del biglietto da visita con logo della Brindisi Multiservizi, è davvero il proprietario della vettura. E dunque dovrà spiegare a quale titolo ha pensato di esporre il proprio biglietto da visita invece di pagare il parcheggio. Se non è il proprietario dell’auto dovrà preoccuparsi perché qualcuno sfrutta il suo nome e il suo biglietto da visita per fare il portoghese.

Naturalmente abbiamo oscurato le generalità del funzionario in questione, ma metteremo a disposizione l’intero biglietto da visita a lui, se si dovesse scoprire che qualcuno lo ha utilizzato al suo posto, o chi dell’Amministrazione comunale, della polizia municipale o della stessa società partecipata del Comune volesse fare piena luce sull’accaduto. Cosa quantomeno  doverosa.