Niente più spreco di cibo: nasce il Progetto “Foodate”. E parte con un’App

Non sprecare il cibo e anzi fare in modo che la cultura del consumo responsabile possa diventare uno stile di vita: è l’obiettivo con cui nasce il progetto “Foodate” che si propone di sviluppare un app iOS e Android gratuita, non limitata nelle sue funzionalità, che aiuti l’utente a non sprecare il cibo, supportata da una community attiva che possa consigliare e sensibilizzare la gente tramite ricette, buone norme di conservazione, consigli e curiosità dal mondo del food ad imparare a consumare responsabilmente.
Lo staff è composto dal fondatore Angelo Zaccaria, dagli addetti al marketing Maria Pia De Sicot, Daniela Pascale e Luigi Carrisi, e dagli sviluppatori web Stefano Casoar e Stefano Baldassarre.
I dati relativi allo spreco alimentare sono impressionanti: 39% dalla trasformazione alimentare, 14% dalla ristorazione, 42% dall’economia domestica, 5% dalla vendita al dettaglio e all’ingrosso.
“Vorremmo apportare delle modifiche sul singolo creando una coscienza sociale”, spiegano quelli di Foodate. “Pensiamo che una soluzione che parte dal basso possa essere una giusta alternativa perché i consumatori, spontaneamente, potrebbero riconoscere il problema e nel loro piccolo, modificare e/o cambiare la situazione”.
Maggiori info su: web: www.foodate.it. Fb: www.facebook.com/foodate. Twitter: twitter.com/foodateofficial. Mail: [email protected]