La Casa di Virgilio per un giorno aperta al pubblico: “Giornata Fai di primavera”

La Casa di Virgilio e la Chiesa di San Paolo Eremita a Brindisi, la Chiesa di Sant’Anna a Mesagne e la Chiesa di San Giovanni Battista a Francavilla Fontana: domenica prossima sarà possibile visitarle nell’ambito della “Giornata Fai di primavera”, organizzata dalla Delegazione di Brindisi del Fondo Ambiente Italiano.
Questa mattina, il capo Delegazione provinciale del FAI, Beniamino Attoma Pepe, ha introdotto l’evento soffermandosi sulla portata nazionale della manifestazione di raccolta fondi, giunta alla XXIV edizione, ricordando che sabato e domenica prossimi in 380 città italiane sarà possibile visitare oltre 900 luoghi poco noti o solitamente non accessibili, grazie all’impegno di oltre 7.000 volontari e 30.000 Apprendisti Ciceroni, ovvero studenti delle scuole medie inferiori e istituti superiori opportunamente formati per guidare le visite. A Brindisi sarà possibile seguire un percorso che comincia dal lungomare, con la visita alla mostra “La donna, i reperti archeologici e le fonti antiche”, organizzata dalla Associazione “Le Colonne” – Collezione Archeologica Faldetta presso la propria sede alla Palazzina del Belvedere, con la Biblioteca Arcivescovile “A. De Leo”, per poi procedere alla visita della Casa di Virgilio, dove Publio Virgilio Marone trascorse gli ultimi mesi di vita e proseguire fino alla Chiesa di San Paolo Eremita, passando per la Biblioteca “A. De Leo”, dove saranno esposti e narrati dagli alunni della scuole media Virgilio rari e inediti documenti su San Paolo e sulla stessa Casa di Virgilio. Inoltre, per l’occasione, il MAPRI, Museo Archeologico Provinciale “F. Ribezzo”, ha messo a disposizione proprie guide per le mattine di sabato e domenica per visitare il museo. La Chiesa di San Paolo è un esempio unico di architettura gotica a Brindisi e visitarla sarà una occasione unica, considerati i recenti lavori di restauro e la circostanza di una nuova chiusura, da lunedì prossimo, per consentire l’esecuzione di ulteriori lavori all’interno. A Francavilla Fontana, sarà possibile visitare la piccola chiesa di San Giovanni Battista con i suoi affreschi quattrocenteschi e la statua di San Giovanni in una nicchia dietro l’altare. Inoltre, l’amministrazione comunale ha inteso cogliere l’occasione e ha messo a disposizione proprie guide che accompagneranno i visitatori alla scoperta di Palazzo Imperiali, sede del Comune. A Mesagne, in Piazza Orsini del Balzo, sarà aperta la Chiesa di Sant’Anna, completata nel 1699 in chiaro stile barocco. Nel pomeriggio di sabato l’amministrazione comunale ha Anna Cinti, presidente dell’Associazione “Le Colonne” – Collezione Archeologica Faldetta, ha voluto soffermarsi sull’importanza della fruizione dei beni ai fini della loro valorizzazione; un impegno che il piccolo museo brindisino porta avanti e che ben si coniuga con le attività promosse dal FAI. Katiuscia Di Rocco, direttrice della Biblioteca “A. De Leo” ha voluto ribadire l’importanza di trasmettere alle nuove generazioni la passione per il territorio, cominciando proprio dallo studio dei documenti, dal contatto con le carte di archivio. In un breve intervento, due alunne della scuola elementare San Lorenzo hanno deliziosamente testimoniato la loro emozione di sfogliare documenti antichi e rari. L’appuntamento è per sabato e domenica prossimi a Brindisi, Mesagne e Francavilla Fontana per le Giornate di Primavera del Fondo Ambiente Italiano, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.