Covid, Coldiretti, +90% di spesa a domicilio in Puglia

Dall’inizio dell’emergenza Covid c’è stato un «balzo record in Puglia della spesa a domicilio con un aumento del 90% delle consegne nelle case soprattutto di chi, come gli anziani, ha maggiore difficoltà ad affrontare le file dei supermercati». È quanto emerge da una analisi di Coldiretti Puglia sull’andamento della spesa a domicilio, garantita dalla rete di Campagna Amica da quando è iniziata l’emergenza Coronavirus. «È stato registrato un aumento delle consegne a domicilio effettuate direttamente dalla rete delle aziende agricole, della pesca e degli agriturismi di Campagna Amica in tutta la Puglia che garantiscono alle famiglie prodotti locali, a chilometri zero e a miglio zero, nel rispetto della stagionalità», spiega Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.
L’approvvigionamento alimentare – sottolinea la Coldiretti – è assicurato in Puglia grazie al lavoro di oltre 100mila aziende agricole e stalle, più di 5mila imprese di lavorazione alimentare e una capillare rete di distribuzione tra negozi, supermercati, discount e mercati contadini di Campagna Amica, nonostante le preoccupazioni per la sicurezza, i vincoli, le difficoltà economiche e gli ostacoli oggettivi all’operatività, dalla ridotta disponibilità di manodopera. Un impegno quotidiano senza sosta – prosegue l’associazione di agricoltori – che deve fare i conti con la chiusura forzata di bar, trattorie, ristoranti, pizzerie e agriturismi con una perdita di fatturato nel solo mese di novembre di oltre 400 milioni di euro e un effetto a valanga sull’agroalimentare con il valore dei mancati acquisti in cibi e bevande per la preparazione dei menu. Proprio per aiutare a combattere la nuova crisi alimentare con oltre 200mila poveri che hanno bisogno di cibo in Puglia, evidenzia Coldiretti, gli agricoltori di Campagna Amica portano avanti l’iniziativa ‘Spesa sospesa del contadino a domiciliò: i cittadini che ricevono la spesa a casa possono decidere di donare un pacco alimentare alle famiglie più bisognose.