Norman Atlantic, camion intatti sul ponte 3: confermata l’ipotesi del rogo dal livello 4

Sono proseguite per l’intera giornata le operazioni di aspirazione del fumo al livello tre del Norman Atlantic, il traghetto ormeggiato nel porto di Brindisi dal 2 gennaio, in seguito all’incendio avvenuto il 28 dicembre mentre navigava da Igoumenitsa verso Ancona.
Al lavoro i vigili del fuoco del Comando provinciale e i tecnici di una ditta di Francavilla Fontana, che ha fornito elettroaspiratori di grande portata, che consentono di velocizzare le operazioni di bonifica. L’eliminazione di buona parte del fumo presente sul ponte tre, ha consentito di effettuare sopralluoghi piu’ approfonditi, verificando che a prua sono presenti otto cisterne cariche di olio di oliva intatte. Anche gli altri mezzi, automobili e camion, presenti sullo stesso livello risultano integri, cosi’ come quelli parcheggiati ai piani inferiori, dove i vigili del fuoco si sono nuovamente affacciati.
Si conferma dunque l’ipotesi che il rogo – le cui cause sono in corso di accertamento – non e’ divampato sul ponte tre, ne’ su quelli sottostanti, ma presumibilmente al livello quattro, dove sono invece ammassati mezzi completamente carbonizzati.