Rapina in gioielleria, pene pesanti per i due banditi

Condannati con rito abbreviato i due rapinatori rimasti incastrati nella porta di sicurezza delle gioielleria Giove: Cosimo Margherita a tre anni e due mesi di reclusione, Stefano Pennetta a tre anni e otto mesi.
La sentenza è stata emessa con rito abbreviato durante il processo per direttissima con una pena più severa delle stesse richieste del pm Milto De Nozza: tre anni per Margherita e tre anni e sei mesi, aveva chiesto l’accusa nella requisitoria.
Il tentativo di rapina fu effettuato il 18 aprile scorso. I due erano entrati fingendosi clienti poi avevano estratto un taglierino e fascette in plastica per immobilizzare le vittime. Moglie e marito, titolari dell’oreficeria, però reagirono, lui pistola alla mano, provocando la fuga dei banditi che vennero bloccati nella porta d’ingresso. Quindi l’arrivo delle pattuglie della polizia e il carcere.