Norman Atlantic, la ditta Barretta rinuncia al sequestro dei tir

La società “Fratelli Barretta” ha rinunciato al sequestro dei tir a bordo del relitto Norman Atlantic ormeggiato nel porto di Bari. In una nota inviata al Tribunale Civile di Brindisi che aveva disposto il sequestro dei mezzi del valore di 2 milioni di euro fissando un’udienza il prossimo 18 aprile (annullata dopo la rinuncia), i legali della società di traghettatori fanno sapere di voler rinunciare agli effetti del sequestro dopo un accordo sottoscritto con la società greca Anek, noleggiatrice del traghetto.
La motonave naufragò il 28 dicembre 2014 dopo un incendio divampato a bordo al largo delle coste albanesi, con il mare in burrasca, e costò la vita a 11 persone (altri 18 passeggeri risultano ancora dispersi). Il sequestro era stato chiesto e ottenuto dalla società “Fratelli Barretta” che trainò il traghetto fino al porto di Brindisi, come premio per il salvataggio del carico.