Quei libri storici su Brindisi da leggere gratis. On line

Stiamo vivendo un mondo in cui le informazioni on line ci invadono, ci sommergono e spesso ci infastidiscono, anzi addirittura ci minacciano e ci soggiogano, complici naturalmente le tecnologie e spesso il costo zero dei relativi servizi.

Qualche anno fa circolava una barzelletta che suonava grosso modo così: Il capufficio alla segretaria: Oggi pulizie, svuotiamo di cartacce inutili la scrivania ed i cassetti e gettiamole alla spazzatura… Ah, però non dimenticare di fare prima un paio di fotocopie di tutto!”

Oggi potremmo attualizzarla più o meno così: “Il capufficio alla segretaria: Oggi pulizie, dal computer cestiniamo tutti quegli inutili  files di posta eletronica ricevuti nel mese… Ah, però non dimenticare di farne prima un foreword a tutti i miei contatti!”

È proprio vero, c`è  una tendenza a ricevere (ed inviare) on line e conservare un eccesso di notizie, di comunicazioni, di articoli, di libri e di scritti in generale; ed è spesso difficile poter differenziare quanto possa essere utile ed interessante da quanto invece non lo sia; quanto cestinare subito, quanto leggere, e quanto invece archiviare per mantenere a disposizione di una eventuale lettura.

Ebbene però, bisogna obiettivamente anche riconoscere che tutta questa tecnologia, quando ben utilizzata, costituisce un veicolo di progresso enorme, un progresso anche in campo culturale che per molti versi ha un carattere democratico, in quanto sempre più facilmente raggiungibile da tanti ed a costi quasi nulli, o comunque sempre più bassi.

È il caso di una fra le più interessanti applicazioni del gigante tecnologico americano Google, gratuita come tutte le altre del pacchetto e che si chiama Google Play Books. In  parole povere, si tratta di una biblioteca digitale on line enorme, in continua espansione e che molto presto sarà di gran lunga la biblioteca più grande al mondo, raggiungibile da tutti mediante un semplice collegamento on line.

Molti libri, ormai milioni, si possono leggere on line senza costo alcuno per l`usuario, ed altri ad un costo abbastanza modesto. È anche possibile ordinare e ricevere una copia cartacea di ogni libro (print on demand), anch`essa a costo relativamente modesto in aggiunta  alle spese per la spedidizione.

In questo contesto è rilevantissima l`iniziativa intrapresa da Google Books, di scannerizzare integralmente il maggior numero possibile di biblioteche del mondo, riportando in questo modo alla luce e mettendo a disposizione di tutti, libri ormai irreperibili nelle librerie e presenti solamente in pochissime e rare biblioteche.

Una necessaria e spero utile premessa questa, per informare della disponibilità on line, su Google Play Books appunto, di una serie relativamente numerosa di vecchi libri storici della città di Brindisi, libri ormai esauriti in libreria da anni e anzi da decine e decine  di anni, quando non addirittura da secoli.

Un vantaggio relativo che noi abitanti in ¨Via da Brindisi¨ abbiamo nei confronti degli abitanti in loco, è che ogni qual volta ne abbiamo la pur minima occasione, cerchiamo ovunque con avidità elementi di un qualche collegamento con la nostra città, e così la prima cosa che ho digitato appena conosciuto ed entrato nell`applicazione di Google Play Books, è stata ¨Brindisi¨.

La sorpresa è stata grande quanto grata: navigando con un pò di pazienza ho rintracciato circa una dozzina di interessanti libri sulla nostra città, più o meno antichi, classici e famosi alcuni, meno conosciuti altri. Alcuni li avevo naturalmente già letti e di essi ne posseggo anche una copia cartacea, di altri invece conoscevo l`esistenza ma non li avevo mai visti e meno ancora letti, sapendo dell`impossibilità di poterne disporre, e di altri ancora ne ho addirittura scoperto l`esistenza stessa.

Non mi dilungo di più e passo ad elencare alcuni dei più rappresentativi libri storici di Brindisi che ho incontrato su Google Play Books, ma prima solamente aggiungo che la mia scoperta risale ormai a svariati mesi ed in questo lasso di tempo sono naturalmente più volte e con regolarità tornato sull`applicazione: ebbene, vi ho spesso trovato un qualche new entry, cioè un qualche nuovo libro perchè, come ho prima accennato, la biblioteca digitale di Google Books è in continua evoluzione ed espansione, giorno dopo giorno, senza pausa e senza limiti. Magari, mentre adesso scrivo il mio elenco, ce ne sarà già un altro libro su Brindisi, scannerizzato di recente e che non ho ancora scoperto.  

  • Del sitio della Japigia  Antonio De Ferrariis detto Il Galateo – 1558

  • Memoria historica dell´antichissima e fedelissima città di Brindisi  Andrea Della Monica – 1674

  • Vita del P. Lorenzo da Brindisi  Angelo Maria De Rossi – 1710

  • Osservazioni sul ristabilimento del porto e della bonificazione dell`aria di Brindisi Giuliano De Fazio -1831

  • Difesa della città e porti di Brindisi  Giovanni Monticelli  – 1832

  • Del porto di Brindisi Vincenzo Uberti – 1835

  • Dell’antichissima città di Brindisi e suo celebre porto  Annibale De Leo – 1846

  • Su’ vescovi della chiesa metropolitana di Brindisi Vito Guerrieri – 1846

  • Discussione intorno al porto di Brindisi  Camera dei deputati10-11 Giugno 1867

  • Nelle Puglie  Ferdinando Gregorovius – 1882

  • La storia di Brindisi scritta da un marino  Fernando Ascoli – 1886

  • La lingua degli antichi messapi  Francesco Ribezzo – 1907

    GIANFRANCO PERRI

gianfrancoperri@gmail.com